Documento senza titolo
Documento senza titolo

Aieta

Buonvicino
Grisolia
Maierà
Orsomarso
Bonifati
Guardia Piemontese
Fuscaldo
S.Domenica Talao
Tortora
Verbicaro
Papasidero
Praia a Mare
San Nicola Arcella

Aieta

Aieta

Convento dei Francescani

Chiesa S.Maria della Visitazione

Palazzo Spinelli

Cenni Storici
Il primo nucleo urbano dell'antica Aieta, detta "Aieta Vetere" sorse sul monte Calimaro dove la popolazione si rifugiò per sottrarsi alla ferocia rapinatrice delle incursioni piratesche dei Longobardi e dei Musulmani. Il centro, fondato dai Bizantini verso il secolo X, è menzionato nei documenti come la città dell'aquila (astu aetou): nelle armi di Aieta figura infatti l'aquila. Secondo la tradizione si racconta che Aieta Vetere sarebbe stata abbandonata perché troppa esposta alle intemperie. Nell'VIII e IX secolo alcuni monaci e profughi orientali detti "basiliani", per sottrarsi alla persecuzione iconoclasta dell'imperatore bizantino, s'insediarono nella zona di Aieta dove fondarono piccoli monasteri di rito greco e la chiesetta di S. Nicola, intorno a cui cominciarono a sorgere il nucleo urbano del Cantogrande a cui si aggiunse, con i profughi di Blanda Julia il rione Julitta. La storia di Aieta è interessante per le vicende dei vari feudatari: i Lauria, i Martirano, i Cosentino, di fronte alla cui prepotenza i cittadini aietani si ribellarono sotto la guida di Silvio Curatolo. Testimonianza del dominio feudale è il palazzo del XVI sec., residenza di varie generazioni di feudatari. Attualmente il paese conta 972 abitanti mentre il massimo storico fu raggiunto nel 1861 con 3335 abitanti.
Da visitare
Visitando il suo centro storico ci si trova in di fronte a diverse architetture di grande valore artistico, tali quali il palazzo feudale del XVI secolo, abitato dai Cosentini, marchesi di Aieta,e poi dal 1799 dagli Spinelli di Scalea. Notevolmente danneggiato dal terremoto del 1783, ha la grande facciata principale in stile rinascimentale, con un elegante loggiato composto da cinque archi poggiati su colonnine toscane, con balaustra e cornicione decorato da protomi leonine; l' interno mantiene soffitti lignei e frammenti di colonne classiche provenienti dall'area archeologica Blanda.

La Parrocchiale di Santa Maria della Visitazione, ha una facciata del 1756 e un portale in pietra; l'interno è a tre navate decorate a stucco. Di grande validità la "Visitazione della Vergine", olio su tela attribuito a Francesco Santafede, dipinto nei primi anni del XVII, posto sull'altare maggiore. In sacrestia sono presenti espressioni artistiche di grande merito quali: Croce astile di bottega partenopea del 600, reliquario e calice del sec. XIX, opere di argentieri napoletani e due dipinti che raffigurano il "Santo domenicano" di ignoto del sec. XIX uno, e "Incoronazione della Vergine" di ignoto del 700 l'altro.

Festività
Il 31 maggio festa di S. Maria della Visitazione con processione religiosa.
Il 15 giugno festa patronale di S. Vito martire con processione religiosa.
L'8 dicembre festa dell'Immacolata Concezione con processione religiosa.
La seconda domenica di agosto sagra del prosciutto.
Ad agosto sagra del fusillo e mostra di prodotti tipici locali.
Tra le tradizioni ormai scomparse è la sagra d'incanto (arriffare).
Durante la processione con la quale si accompagnava la statua di S. Vito nella Cappella d'ingresso del paese si procedeva alla gara d'incanto del giglio, dei sandali e del mantello del Santo e per ultimo della statua. Permane invece la riffa degli agnelli donati dai pastori di Aieta al Santo patrono durante i festeggiamenti del 15 giugno.

Come Arrivare
Strade: A3 uscita Lagonegro nord (per chi viene da nord), uscita Lauria sud (per chi viene da sud) - SS 585 verso Maratea/Tortora - SS 18 - Provinciale fino ad Aieta.
Treni: Fs a lunga percorrenza fermata stazione di Praia a Mare.
Autobus: da Cosenza e da Praia a Mare.
Aeroporto: Lamezia Terme (collegato con treni, autobus, taxi e auto noleggiate).

Organo a canne Scuola napoletana 1673

Convento S.Antonio

Panoramica

Portale in pietra


Documento senza titolo

Comunità Montana Alto Tirreno - C.da San Francesco 87020 Verbicaro (CS)
Tel. 0985.6508 Fax 0985.60295

Previsioni Meteo
www.pcstorescalea.com Creazione Siti Web